9 Migliori Telecamere Da Esterno: Soluzioni Smart Per Una Casa Pi√Ļ Sicura

Ciao sono Riccardo, sono un elettricista da tantissimo tempo e mi occupo anche dell’installazione di sistemi di videosorveglianza.

La propriet√† privata √® una cosa seria. Le nostre “cose”, dalla casa all’automobile, non si toccano, e vorremmo essere i primi a sapere quando c’√® qualcosa che non va. Fosse per noi, la casa ce la porteremmo appresso anche quando andiamo un attimo al supermercato a fare la spesa.

√ą qui che entra in gioco la telecamera da esterno! √ą la soluzione perfetta per chi vuole monitorare costantemente la propria abitazione, magari perch√© isolata.

Sar√† come avere un terzo occhio sempre puntato all’esterno della vostra casa, pronto ad avvisarvi ad ogni minimo movimento.

La vera libertà civile dipende dalla sicurezza della proprietà.
(Napoleone Bonaparte)

Installare una telecamera da esterno potrebbe sembrare un’operazione complicata, come spesso sento dire da clienti e amici. Non √® cos√¨, si tratta di qualcosa che pu√≤ fare davvero chiunque.

Per fugare ogni dubbio ho deciso di scrivere questa guida alle telecamere da esterno. La guida definitiva, come mi piace chiamarla, in cui risponderò a tutte le domande e le richieste che mi sono state fatte negli anni a riguardo.

ūüĎĆ Vuoi essere al 100% in regola e sapere cosa dice la legge riguardo le telecamere da esterno e la privacy?

‚Ěď Oppure vuoi dei semplici consigli su come scegliere una telecamera adatta a te? E magari vuoi anche sapere quali sono i parametri di cui tener conto al momento dell’acquisto?

ūüí° Vuoi delle indicazioni su come installarla e dove nasconderla?

Questo e molto altro ancora a seguire su questa mia bellissima guida.

Ti ricordo che trovi anche i miei consigli per gli acquisti, con recensioni e opinioni delle migliori telecamere da esterno disponibili sul mercato. Se vuoi clicca qui per andare direttamente alle mie recensioni.

Come funziona una telecamera da esterno

La telecamera da esterno funziona tramite l’applicazione scaricabile sul proprio telefono cellulare, utilizzando le istruzioni fornite dal produttore.

La telecamera andr√† a collegarsi al Wi-Fi di casa nella maggior parte dei casi, cos√¨ da essere sempre online; con l’applicazione procedi all’accoppiamento del dispositivo con la telecamera e il gioco √® fatto. Da questo momento puoi controllare la tua nuova IP cam con il tuo smartphone e, a seconda dei diversi modelli, potrai scegliere tante funzioni differenti.

A parte avere sempre il collegamento a ci√≤ che “vede” la telecamera, le opzioni pi√Ļ importanti sono quelle riguardanti le notifiche e gli avvisi ricevuti. Ci sono modelli che possono riconoscere la differenza tra una persona, un animale o un’automobile.

Molte di quelle disponibili sul mercato sono a infrarossi, sono dotate di led appositi che permettono la visione e il riconoscimento delle sagome anche al buio.

Inoltre, la maggior parte √® compatibile con i pi√Ļ comuni assistenti personali intelligenti, come Amazon Alexa, Assistente Google o Apple HomeKit.

Ce ne sono di diverse tipologie e diverse marche, come vedrai con me in questa guida, ma il principio di funzionamento è sempre lo stesso insomma.

Il glossario base della videosorveglianza: cosa significano le varie sigle?

  • Cosa significa IP?
    In inglese queste telecamere si chiamano Internet Protocol Camera, da cui IP Camera. Sono telecamere digitali che inviano immagini via internet, a differenza delle classiche analogiche CCTV, ovvero televisione a circuito chiuso. Possono essere centralizzate o decentralizzate, a seconda che i dati vengono gestiti in remoto oppure salvati localmente.
  • Cosa significa POE?
    Sempre dall’inglese Power Over Ethernet, ovvero una tecnologia che permette di alimentare un dispositivo di rete direttamente con il cavo Ethernet. Molto comodo per ridurre al minimo l’ingombro dovuto ai cavi.
  • Cosa significa ONVIF?
    √ą la sigla di Open Network Video Interface Forum, un’organizzazione nata con lo scopo di rendere compatibili tra di loro le diverse apparecchiature impiegate nel campo della videosorveglianza basate sul protocollo IP, di cui sopra. Questo il sito ufficiale.
  • Cosa significa DOME?
    Non è una sigla, dome in italiano significa cupola, quindi telecamera a cupola. Sono quelle classiche usate nei centri commerciali o nelle piazze, sono utilissime appunto in spazi aperti perché sono a 360 gradi, avendo la possibilità di muoversi in tutte le direzioni.
  • Cosa significa PTZ?
    Sta per Pan – Tilt – Zoom, si tratta di telecamere che hanno la possibilit√† di essere utilizzate a 360 gradi o quasi. Pan √® la rotazione orizzontale, ovvero il movimento da destra a sinistra e viceversa; Tilt √® l’inclinazione verticale, quindi dal basso verso l’alto e viceversa; Zoom si riferisce alla possibilit√† appunto di zoomare, quindi di vedere pi√Ļ vicino o pi√Ļ lontano per avere una visione pi√Ļ particolare o pi√Ļ generale.

Come scegliere una telecamera da esterno

Finora abbiamo visto le basi, comunque importanti per non fare passi falsi fin da subito. Ora che conosci il linguaggio e le differenze tra le principali categorie di telecamere, possiamo andare un po’ pi√Ļ nel dettaglio.

La scelta di una telecamera da esterno dipende dalle specifiche tecniche.

  • Risoluzione: fattore molto importante a cui devi prestare molta attenzione secondo me. Esistono telecamere da esterno full HD che arrivano a mostrare immagini a 1080p, oppure quelle solo HD che arrivano a un massimo di 720p ma anche quelle che registrano a meno. Una con risoluzione alta ha pi√Ļ definizione e mostra immagini pi√Ļ “chiare”, ma devo farti notare che poich√© funzionano tramite Internet, devi anche avere una buona connessione a banda larga che permetta la trasmissione senza intoppi.
    Se scegli una telecamera full HD, assicurati che la tua connessione abbia una velocità di upload di almeno 1 Mbps. Se scegli una telecamera full HD da 1080p. assicurati che la tua connessione abbia una velocità di upload di almeno 1,5 Mbps.
    Se non sai di cosa parlo, puoi andare sul sito www.speedtest.net dove √® possibile fare un test della velocit√† della propria connessione. Fa tutto in automatico, l’importante √® che al momento del test non utilizzi la banda. Alla fine del test ti restituir√† la velocit√† in download e upload. Fai riferimento alla seconda per ci√≤ che serve a noi.
  • Formato delle immagini: controlla il formato in cui vengono trasmessi i video, anche se molte ormai utilizzano il formato H.264 o addirittura l’H.265 (HEVC) che offrono il miglior rapporto tra la qualit√† e il peso in byte del video.
  • Campo visivo: ti dice quanto √® ampia l’immagine in termini di angolo. Pi√Ļ √® grande l’angolo e pi√Ļ spazio potrai monitorare. Il concetto di angolo di visione riguarda la semplice inquadratura fissa. Chiaramente con una telecamera mobile idonea puoi vedere anche a 360 gradi.
  • Sensori: il sensore di movimento √® importante perch√© la telecamera pu√≤ avviarsi da sola e mandarti una notifica quando qualunque cosa entra e si muove nel raggio d’azione. Le telecamere migliori possono addirittura riconoscere le sagome ed evitare di segnalarti il movimento di un albero, per esempio. Il sensore a infrarossi √® importante per far s√¨ che la telecamera “veda” anche di notte.
  • Visione notturna: permette di vedere le immagini al buio. Questo √® possibile molto spesso tramite l’utilizzo di luci LED a infrarosso, invisibili all’occhio umano.
  • Comparto audio: alcune telecamere da esterno sono dotate di audio sia in entrata che in uscita. Il microfono pu√≤ anche essere bidirezionale, ovvero catturare i suoni davanti e dietro il microfono stesso. Degli altoparlanti possono essere inclusi in alcuni modelli e permettono quindi di utilizzare la telecamera quasi come fosse un videocitofono.

Telecamera da esterno e privacy: cosa dice la legge?

Si pu√≤ installare una telecamera da esterno privata senza autorizzazioni PURCH√Č entro il raggio di ripresa del dispositivo non vi siano spazi pubblici!

Questa √® la cosa pi√Ļ importante da sapere prima dell’eventuale acquisto. Fintantoch√© nella registrazione o nelle immagini non vengono inquadrati luoghi o aree pubbliche, puoi tranquillamente installare la tua telecamera.

Alcuni esempi per capire meglio.

  • Se hai intenzione di montare una telecamera esterna sopra la porta di casa in un condominio, devi assicurarti che nelle immagini non vengano incluse le scale, poich√© quella √® un’area in cui possono passare i vicini ma anche il postino o un idraulico che sta andando alla porta accanto.
  • Se vuoi montare una telecamera all’esterno della tua villa devi fare in modo che nelle immagini non vengano inquadrate le strade pubbliche di fronte casa, dove potrebbe passare semplicemente chiunque.

Finch√© rispetti tutti questi parametri, puoi procedere e installare tranquillamente la tua telecamera da esterno senza nessuna autorizzazione. Nel caso in cui sei costretto a “sforare” leggermente per motivi di spazio allora devi fare attenzione che le immagini non riprendano i volti delle persone, cercando quindi di limitare il raggio di ripresa alle sole scarpe.

√ą chiaro che se non riesci a rientrare nei parametri previsti dalla legge puoi sempre installare una telecamera da esterno, ma devi seguire le norme disciplinari previste dalla recente normativa europea GDPR, ovvero il regolamento generale sulla protezione dei dati.

Ti segnalo anche la pagina del garante per la protezione dei dati personali dove puoi trovare il relativo provvedimento in materia di videosorveglianza. Ti elenco in breve i punti importanti di seguito:

  • Le persone devono essere informate che in quello spazio c’√® in azione una telecamera. Devi avvisarle applicando l’avviso di area videosorvegliata prima dell’accesso; le immagini sono disponibili sul sito del garante della privacy;
  • Le registrazioni e le immagini devono essere conservate su supporti di memoria sicuri e l’accesso deve essere consentito solo alle persone autorizzate come il titolare del trattamento dati o in alcuni casi la polizia su espressa richiesta;
  • La telecamera e i suoi dati devono essere utilizzati solo ed esclusivamente per la videosorveglianza privata e nient’altro;
  • Se la telecamera rileva dati biometrici, ovvero se √® dotata di riconoscimento facciale o di rilevazione della voce, √® obbligatoria la valutazione di impatto consultando l’autorit√† di controllo.

Sempre sul sito del garante della privacy trovi i cartelli di segnalazione di un’area videosorvegliata. Un cartello del genere, in plastica, lo trovi anche su Amazon.

Le Migliori Telecamere da Esterno del 2022 – Le Recensioni

1. Netatmo Presence – la migliore telecamera Wi-Fi da esterno, completa e facile da installare

[amazon box=”B01KXW4PUK”]

Principali caratteristiche
Sensore video: 4MP
Risoluzione: fino a 1920×1080
Campo visivo: 100¬į
Visione notturna a infrarossi con rilevamento fino a 15 metri
Dimensione: 5x20x11 centimetri
Scheda microSD da 8 Gb inclusa
Temperatura di funzionamento da -20¬įC a 50¬įC
Luce LED da 12 W attenuabile
Compatibile con Amazon Alexa, Assistente Google e Apple HomeKit
Supporto Netatmo sulla pagina ufficiale

La telecamera da esterno della Netatmo è quella che consiglio sempre ultimamente. Al di là del fatto che si tratta di un dispositivo davvero completo e ricco di funzioni, questa telecamera è secondo me un bellissimo oggetto di design moderno.

Quando mio fratello mi chiese dei consigli riguardo l’installazione di una singola telecamera fissa all’esterno della sua villa alle pendici delle colline Pisane, gli proposi alcuni prodotti sapendo che non badava a spese. Nel momento in cui gli feci vedere una foto della Netatmo Presence se ne innamor√≤ a prima vista senza neanche ascoltare quello che faceva.

Era perfetta per la sua casa in stile material!

Come si vede dall’immagine, funge da luce di servizio con intensit√† attenuabile da massimo 12 Watt, quindi pu√≤ essere installata all’esterno di una casa isolata e sopperisce cos√¨ alla necessit√† di nasconderla.

Quindi partiamo molto bene con una capacità mimetica inclusa.

Non ha il classico aspetto di una IP cam. Questo per me √® un punto a favore: l’eventuale intruso potrebbe non rendersi conto della sua presenza e quindi favorire percorsi principali per introdursi all’interno della tua abitazione, ma ritrovarsi colto in flagrante grazie alla pronta notifica sul tuo dispositivo.

Per avere un’arma in pi√Ļ a tal proposito ti faccio notare fin da subito che √® disponibile anche il modello dotato di sirena da 105 dB.

La telecamera da esterno Netatmo Presence √® larga 5 centimetri, alta ben 20 e profonda 11. Si tratta di un unico pezzo in solido alluminio che garantisce un’ottima resistenza all’esterno, considerato che sar√† sottoposta sia ai vari agenti atmosferici sia all’esposizione continua dei raggi solari. Il grado di protezione √® un IPX7, ovvero non solo impermeabile ma protetto da immersione temporanea fino a 1 metro di profondit√† per un massimo di 30 minuti.

Design a parte, andiamo a vedere insieme cosa fa nello specifico questa telecamera.

La meravigliosa funzionalit√† degna di nota √® il rilevamento e riconoscimento di persone, oggetti e animali. Ti spiego meglio cosa significa: la telecamera Netatmo Presence √® in grado di distinguere la differenza tra la sagoma di una persona, quella di un animale o quella di un’automobile. Questo cosa vuol dire? Quando la cam vede una qualunque di queste cose nel suo raggio d’azione, scatta la notifica sul dispositivo associato. Ovviamente puoi decidere se ricevere l’avvertimento per tutte o anche solo una di queste categorie.

In questo la telecamera Netatmo eccelle e funziona molto bene. Se hai la camera puntata sul vialetto di fronte casa, risulta davvero utile distinguere le diverse sagome che si muovono e ricevere la notifica di allerta giusta al momento giusto.

L’applicazione che controlla la telecamera si chiama Netatmo Security e si trova sia sul Play Store per chi ha Android sia sull’App Store per chi usa l’iPhone. √ą davvero facile da utilizzare.

Questo dispositivo della Netatmo è dotato di uno slot per microSD card (una da 8 GB è inclusa nella confezione) ed è possibile utilizzarne una fino a 32 GB di classe 10. Fondamentale perché permette di evitare costi aggiuntivi per abbonamenti a servizi cloud per custodire le registrazioni. Sia chiaro che sei sempre libero di aprire e gestire un tuo server FTP personale oppure optare per un abbonamento a servizi cloud come Dropbox o Samsung o Google Drive. La telecamera comunque fa quello che deve fare benissimo senza cloud.

Con una risoluzione massima di 1920×1080, ovvero full HD, la telecamera Netatmo Presence offre un’immagine e una qualit√† di tutto rispetto. Da alcune immagini caricate dagli utenti su Amazon si capisce bene di cosa sto parlando. Non solo, molti lo scrivono anche a chiare lettere nelle loro recensioni. Le immagini restituite sull’applicazione sono davvero di alta qualit√†.

Mi raccomando di controllare la tua connessione e la velocità di upload per essere sicuro che sia abbastanza veloce. Il problema di avere una connessione lenta in upload è legato al fatto che le immagini tardano ad essere caricate sulla rete, producendo dunque un ritardo globale troppo grande per giustificare le finalità di un dispositivo del genere.

Un’altra raccomandazione che mi tocca fare ai miei clienti √® di fare in modo che il segnale arrivi al massimo alla telecamera, quindi consiglio di spostare se possibile il router il pi√Ļ vicino possibile alla posizione di installazione della telecamera. Nel caso questo non si possa fare, esistono sul mercato, li trovi anche su Amazon, ripetitori di segnale Wi-Fi.

Nella confezione trovi il kit di montaggio con la base di appoggio e il libretto di istruzioni. La telecamera si alimenta tramite cavo, che si trova gi√† attaccato a un capo internamente nella parte posteriore dell’involucro. Dall’altro capo trovi un comunissimo morsetto mammouth a cui collegare i cavi elettrici. L’installazione √® davvero semplice e mi raccomando, prima di fare qualunque cosa, di staccare la corrente a casa. La sicurezza prima di tutto!

In conclusione, la Netatmo Presence la consiglio perch√© √® la migliore telecamera Wi-Fi da esterno, completa di funzionalit√† all’avanguardia. Il prezzo pu√≤ far storcere il naso, lo so, non √® economicissima, ma √® giustificato da una struttura molto resistente, dal faretto incluso, dalla capacit√† di distinguere tra diversi soggetti e un’applicazione bella da usare.

[amazon box=”B07H58KKKT”]

Caratteristiche principali
Sensore d’immagini: 2 MP Sony Starlight CMOS
Risoluzione: 1080p a 15 frame al secondo
Angolo di visione: 130¬į in diagonale
Visione notturna fino a 10 metri
Batteria ricaricabile ed estraibile da 5200 mAh
Pannello solare con cavo di 4 metri incluso
Slot per scheda micro SD (massimo 64 GB)
Grado di protezione IP65
Audio: a due vie
Compatibile con Amazon Alexa e Assistente Google
Supporto Reolink sul sito ufficiale in inglese

Se la Netatmo Presence è la migliore cablata. la telecamera da esterno Reolink Argus 2 è invece la migliore senza fili presente sul mercato in questo momento. Quando dico senza fili non intendo Wi-Fi, ma parlo di alimentazione. Questa IP cam è dotata di batteria ricaricabile (estraibile dalla telecamera) ed arriva con un pannello solare incluso nella confezione e può essere utilizzata in due modi: o con la batteria oppure semplicemente collegandola al suo pannello.

Dal punto di vista dell’innovazione, devo dire che la telecamera Reolink Argus 2 si trova senza dubbio al primo posto nella classifica delle migliori telecamere da esterno. √ą una ventata di aria fresca in questo mondo fatto di cose veloci e facili da utilizzare. Ha dimensioni semplicemente giuste, si installa dovunque e non ha nessun filo con s√© se non quello del pannello, di 4 metri, necessario per il funzionamento tramite energia solare.

Io ne ho comprate due. Una la uso con la batteria nel mio garage che ho in citt√†. L’altra la uso principalmente con il pannello solare per la mia casa in campagna, dal momento che ho accesso diretto all’esterno e posso tenerla sempre con il pannello collegato.

Le prime impressioni utilizzando questa IP cam sono state ottime. Dal momento che esce dalla sua confezione ti rendi subito conto che stiamo parlando di un prodotto di ottima fattura. Ha un design ben arrotondato e molto moderno, il corpo della telecamera √® molto resistente. Ha un grado di protezione IP65 che la rende protetta dall’ingresso di polveri e particelle solide di piccole dimensioni, inoltre √® a prova di getti d’acqua quindi impermeabile e perfetta per l’esterno.

Questo √® stato un fattore di scelta importante per me: rispetto alla Netatmo Presence, la Reolink Argus 2 ha un design meno spigoloso che si addice di pi√Ļ alla mia casa e al mio stile. Son solo gusti, lo so; parliamo solo di estetica d’altronde che √® relativamente fondamentale, ma l’occhio vuole sempre la sua parte.

La grande comodit√† della Reolink √® senza dubbio l’economicit√† intesa nel senso di dispendio di risorse ed energie. Una volta installata √® facile dimenticarsene, poich√© per ricaricare la batteria basta estrarla dalla telecamera, portarla a casa e caricarla tramite un comunissimo caricatore USB per telefono. Chiaramente senza batteria e senza pannello la telecamera non funziona e questa √® un’operazione da fare magari quando si √® a casa tranquilli.

Tieni conto che la batteria √® una litio da 5200 mAh. √ą tanto ma la durata dipende sempre dall’utilizzo della telecamera e dalle impostazioni. Parliamo dunque tanto di 1 settimana quanto di 4 settimane a seconda dell’uso pi√Ļ o meno intensivo. Sul sito ufficiale trovi consigli a riguardo.

La Reolink Argus 2 monta un sensore d’immagini Sony CMOS Starlight, una tecnologia abbastanza recente che permette una visione chiara a colori di notte anche senza faretti e luci di supporto.

Il sensore √® da 2 MP e la risoluzione dei video √® di 1080p a 15 fps. Sugli fps possiamo dire tutto quello che vogliamo ma ascolta l’esperto: 15 frame al secondo per una telecamera da esterno sono pi√Ļ che sufficienti!

La qualit√† delle registrazioni √® ottima, sia di giorno che di notte. In quest’ultimo caso, la modalit√† automatica √® molto efficiente in quanto bilancia da sola l’output finale restituendo un’immagine pi√Ļ definita e pi√Ļ chiara in bianco e nero. Questa √® la mia impostazione preferita per la videosorveglianza notturna. Non ne ho bisogno ma se volessi riprese a colori di notte dovrei utilizzare una luce esterna, seppur debole.

Sulla parte frontale ci sono 6 luci LED a infrarosso e il sensore di movimento che può essere impostato per rilevare fino a un massimo di 9 metri.

La telecamera è dotata di uno slot per scheda micro SD che a seconda della capacità richiesta può essere acquistata a parte. Per quanto riguarda il cloud voglio chiarire qui una volta per tutte dal momento che la confusione è tanta tra i clienti: esiste un servizio di cloud Reolink ma al momento non è supportato in Europa e dunque nemmeno in Italia. Questo secondo me non intacca il valore della telecamera in sé ma è ovviamente un punto a sfavore per chi cerca una telecamera da esterno con funzione cloud inclusa.

L’applicazione Reolink di gestione della telecamera √® disponibile sia per Android che per iOS. √ą probabilmente la migliore in circolazione: semplicissima ed intuitiva. √ą in italiano e ha un’interfaccia molto user-friendly. Tramite l’app si pu√≤ visualizzare direttamente ci√≤ che sta vedendo la telecamera e grazie al microfono a due vie integrato √® anche possibile parlare e ascoltare quello che sta succedendo all’esterno.

La completezza della telecamera da esterno Reolink Argus 2 √® dimostrata anche dal contenuto della confezione: all’interno trovi, a parte la telecamera, il kit di montaggio fisso esterno, una base magnetica per una soluzione pi√Ļ mobile, la batteria ricaricabile, una skin protettiva per coprire la telecamera, un cavo micro USB, uno spillo per il reset, un set di viti per il montaggio, lo schema per i buchi sul muro, una guida all’installazione, il pannello solare cablato e addirittura un segnale di area videosorvegliata.

Cos’altro dire? La telecamera da esterno Reolink Argus 2 √® la mia preferita, sia nel vasto panorama dei dispositivi di questa categoria, sia considerate le opzioni della stessa azienda. Se consideriamo i prodotti di punta della Reolink, ovvero la Argus PT e la Argus Eco, la Argus 2 √® innanzitutto quella con il prezzo migliore per le funzionalit√† che porta con s√©. Inoltre √® quella che a occhio piace di pi√Ļ, e lo si nota dalle tante ricerche, domande e recensioni presenti sulla pagina Amazon.

Assolutamente consigliata.

3. EZVIZ C3X – telecamera Darkfighter Wi-Fi con visione notturna a colori

[amazon box=”B084F53SLM”]

Principali caratteristiche
Sensore di immagini a scansione progressiva CMOS da 1/2,7″
Obiettivo: 4 mm a f1.6
Angolo di visione: 89¬į in orizzontale, 106¬į in diagonale
Risoluzione: massimo 1920×1080
Compressione dati: H.264 e H.265
Slot microSD, memoria estendibile fino a 256 GB
Sensori infrarossi con rilevamento fino a 30 metri
Grado di protezione IP67
Audio: microfono bidirezionale
Compatibile con Amazon Alexa e Google Home
Supporto EZVIZ: tutto sul sito ufficiale

La EZVIZ √® un’azienda che si occupa principalmente di sicurezza e dunque anche di videosorveglianza. Il suo motto parla chiaro: “Creating Easy Smart Homes; il fine ultimo di EZVIZ √® quello di aiutare il cliente a rendere la sua vita pi√Ļ smart, con dispositivi che risultano essere tanto efficienti quanto facili da utilizzare e da installare.

La telecamera da esterno EZVIZ C3X √® sicuramente una delle migliori nella categoria delle telecamere Wi-Fi. √ą di dimensioni contenute, ha un’applicazione disponibile su Play Store e App Store davvero user-friendly e restituisce immagini di ottima qualit√†, il tutto condito da funzionalit√† abbastanza all’avanguardia.

Inizio col citare la dicitura cos√¨ come la si trova sul sito ufficiale della EZIVZ: questa telecamera √® una Darkfighter. Si tratta quindi di un dispositivo che utilizza la tecnologia Starlight. Cercher√≤ di non essere troppo specifico, parliamo di una tecnica che permette di catturare la luminosit√† di ambienti molto bui senza la necessit√† di luci LED, faretti o luci a infrarosso. Questo √® possibile tramite sensori d’immagine molto performanti.

La EZVIZ C3X utilizza, come si pu√≤ ben vedere dall’immagine, due obiettivi. Una dual camera per dirla in breve. Un obiettivo √® predisposto al rilevamento della luminosit√† ambientale, un altro invece registra le informazioni che riguardano i colori. L’algoritmo proprietario poi fa in modo da unire le due immagine riducendo al minimo il tipico rumore che contraddistingue le foto in notturna, grazie a filtri digitali.

Devo chiarire un aspetto dal momento che molti infatti fanno confusione: se usi la telecamera EZVIZ C3X in un luogo chiuso, non vedrai assolutamente nulla, perch√© sei in una condizione di buio completo. Per funzionare deve esserci un minimo di luminosit√†, per questo l’utilizzo migliore √®, manco a farlo apposta, all’esterno, dove anche nella notta pi√Ļ buia ci sar√† sempre della luce naturale o artificiale esterna come per esempio la luce delle stelle, da cui il nome Starlight.

Quando la luminosità rilevata non è sufficiente per la visione notturna a colori, la telecamera EZVIZ passa in automatico alla tipica visione in bianco e nero, quindi rimane assolutamente in grado di funzionare anche in condizioni estreme.

Si tratta della telecamera migliore per chi predilige la videosorveglianza durante le ore notturne.

Oltre a questa formidabile funzionalità, la EZVIZ C3X riesce anche a distinguere, sempre tramite algoritmo proprietario, la differenza tra un veicolo e una persona, garantendo, nel caso cerchi proprio questo, notifiche specifiche.

√ą dotata di una piccola luce stroboscopica e un microfono a due vie e anche uno speaker. C’√® dunque anche la possibilit√† di emettere un suono simile ad un allarme e di accendere la luce in caso di emergenza, con relativa notifica. Questo rappresenta un ottimo deterrente contro gli intrusi.

Un’altra bella funzione √® quella di poter registrare fino a 3 messaggi vocali della durata massima di 10 secondi. √ą possibile farli riprodurre dalla telecamera quando certe condizioni vengono verificate, come per esempio un divieto di sosta.

Per quanto riguarda la registrazione e la memorizzazione dei dati, EZVIZ da una doppia possibilit√†. Si pu√≤ attivare il piano di archiviazione cloud che permette di accedere alle registrazioni passate, √® a pagamento come sempre accade per questi servizi. Oppure puoi utilizzare una scheda microSD, che non √® inclusa ma devi acquistarla a parte e pu√≤ essere massimo di 256 GB. Chiaramente con la microSD giusta puoi registrare molto di pi√Ļ di 24 ore tenendo conto anche della qualit√† dei video (con una microSD da 256 GB puoi registrare anche 4 settimane).

Il prezzo della telecamera da esterno EZVIZ C3X √® molto buono per essere un dispositivo davvero eccellente. Considera anche il fatto che √® fatta interamente in metallo e ha un grado di protezione IP67, che la rende impermeabile, a prova di immersione fino a 1 m di profondit√† per massimo 30 minuti, e a prova di polvere, completamente protetta dall’ingresso di piccole particelle solide.

La consiglio anche in quanto la migliore dell’intera gamma.

[amazon box=”B07KTT14BH”]

Caratteristiche principali
Sensore di immagini a scansione progressiva CMOS da 1/2,7″
Risoluzione: fino a un massimo di 1920 x 1080
Obiettivo: 3.3 mm a f2.4, grandangolare
Angolo di visione: 135¬į in diagonale
Sensore a infrarossi con visione fino a 7 metri
Audio: microfono bidirezionale e speaker
Formati: H.264 e MJPEG
Slot microSD SDHC: memoria estendibile fino a 64 Gb
Compatibile con Amazon Alexa e Assistente Google
Supporto D-link sul sito ufficiale

Chi non conosce D-link? Praticamente nessuno. √ą un marchio onnipresente quando si parla di connettivit√†. Per dirne una, il mio primo modem analogico, il famosissimo 56k, era proprio della D-link. Ah, che bello che era Internet all’epoca del 56k….

Devo tornare in me prima di cadere nella favolosa nostalgia degli anni ’90. D-link √® sempre l√¨ in cima alle liste dei migliori prodotti quando si cercano modem e router, ma non solo. Si fa un gran parlare delle videocamere dell’azienda taiwanese, che spaziano tra tantissime tipologie diverse: dalle telecamere da interno e quelle da esterno, si trovano le fisse, le motorizzate, le grandangolari (come la DCS-8600LH che ti mostro qui), le cablate, le Wi- Fi, le HD, le SD.

Ti dir√≤ la verit√†, la scelta √® stata difficile anche per me che ho dovuto compilare questa lista. D-link per vari motivi andava inclusa e alla fine ho optato per la DCS-8600LH che √® quella pi√Ļ completa dell’intero catalogo e anche quella meglio recensita, se vogliamo affidarci al giusto parere degli utenti del web.

Partiamo con il design: la telecamera di per s√© √® molto piccola, parliamo di 8,8 centimetri di diametro per 6,96 centimetri di profondit√†. √ą caratterizzata da una sagoma che si allontana abbastanza dalla classica bullet cam, ovvero la tipica forma a proiettile. Somiglia molto di pi√Ļ ad uno di quei sensori per il fumo.

Questa caratteristica può essere vista secondo me come un fattore di mimetismo abbastanza elevato, poiché la cam è meno riconoscibile.

Il corpo √® molto resistente, ed ha un grado di protezione IP65: questo vuol dire a prova di polvere e di ingresso di sostanze solide di piccole dimensioni, ed anche protetto da getti d’acqua. Arriva con un cavo di alimentazione USB di ben 3 metri.

√ą dotata di un buon obiettivo grandangolare da 2 megapixel capace di “vedere” a 135¬į in diagonale, per l’esattezza parliamo di 117¬į in orizzontale e di 59¬į in verticale.

Sulla parte frontale troviamo un LED che indica lo stato della telecamera, a seconda se √® semplicemente spenta o accesa. Sempre qui ci sono i due LED per la visione notturna, il sensore di luce e il microfono a due vie che permette anche di attivare la telecamera quando “sente” dei rumori.

Sul lato c’√® lo speaker integrato che permette di parlare tramite la telecamera stessa, rendendola volendo un videocitofono a tutti gli effetti.

Sul fondo c’√® lo slot per la scheda microSD SDHC. Non √® inclusa nella confezione quindi tocca comprarne una a parte, pu√≤ essere di massimo 64 GB.

Anche in questo dispositivo hai la possibilit√† di scegliere dove salvare le tue registrazioni. Lo slot per la microSD √® uno di questi, se desideri avere tutti dati conservati localmente. La seconda opzione √® il cloud stesso della D-link. Si chiama mydlink Cloud e come tutti i servizi di questo tipo √® possibile iscriversi scegliendo tra un profilo gratuito o un abbonamento a pagamento per avere pi√Ļ GB disponibili.

La telecamera D-link DCS-8600LH ha un alto grado di compatibilit√†, sia interno che esterno. Pu√≤ comunicare, sempre tramite l’applicazione proprietaria, con altri prodotti della D-link e pu√≤ essere anche triggerata da questi. Inoltre pu√≤ essere utilizzata con IFTTT che le garantisce l’interazione con hardware smart di altre marche. Fermo restando il totale supporto di Amazon Alexa e Assistente Google. Ahim√®, non con l’HomeKit di Apple.

L’installazione √® davvero semplice grazie soprattutto ad un ingegnoso supporto magnetico incluso. Una volta trovato il luogo perfetto per il montaggio, devi scaricare l’app da Play Store o App Store e seguire passo passo quello che ti dice di fare. Nella confezione √® comunque inclusa una scheda di installazione rapida.

Le immagini registrate da questa telecamera sono molto soddisfacenti, sia di giorno che di notte. Per essere un dispositivo “piccolo” ha una grande efficienza. Se non cerchi un kit completo di videosorveglianza ma semplicemente una singola telecamera, questa √® quella perfetta per te.

Potendo scegliere la qualit√† dell’immagine, tra 1080p e 720p, rispettivamente a 30fps e 15fps, puoi anche ridurre il peso di dati passati sulla rete, senza perdere nella qualit√† globale. I due led a infrarosso sono molto buoni e consentono una vista notturna in bianco e nero sempre molto chiara. Il sensore di movimento poi √® molto performante.

5. Bravo Admiral Pro – telecamera PTZ ONVIF da esterno made in Italy

[amazon box=”B07TCMR8CR”]

Caratteristiche principali
PTZ motorizzata, può girare, inclinarsi e zoomare
Rotazione massima: orizzontale 350¬į, verticale 150¬į
Zoom: ottico da 4x
Sensore: 960p ad alta risoluzione
Motion Detection con avviso tramite mail
Visione notturna
Slot per scheda micro SD (fino a 64 GB)
Grado di protezione IP65
Compatibile con protocollo ONVIF 2.1
App disponibile per Android e iOS completamente in italiano
Supporto Bravo: trovi tutto sulla pagina assistenza ufficiale

La telecamera da esterno Bravo Admiral Pro √® la prima made in Italy di questa lista ed ha tutti i motivi per stare cos√¨ in alto. Si tratta di una IP cam PTZ, quindi in grado di ruotare orizzontalmente e verticalmente, motorizzata dunque, e in pi√Ļ √® dotata di uno zoom ottico da 4x. Addio ingrandimenti sgranati!

Ci sono davvero tante marche nel mondo della videosorveglianza, ci si pu√≤ letteralmente perdere e me ne rendo perfettamente conto. Basando la scelta principalmente sulle pi√Ļ ricercate, o sulle pi√Ļ recensite, o sulle pi√Ļ votate, si finisce come sempre con il mettere in un angolo prodotti che sono veramente validi.

Bravo! produce, tra le tante cose, telecomandi, supporti a muro per televisori, allarmi, cronotermostati, ma hanno anche un’occhio di riguardo nei confronti della videosorveglianza. Nel catalogo infatti trovi sia telecamere da esterno che spioncini digitali.

La Bravo Admiral Pro è probabilmente al momento la scelta migliore per quel che riguarda il prezzo, molto competitivo, e le funzionalità a disposizione. Ma andiamo con ordine.

Essendo una telecamera PTZ motorizzata √® indicata per chi ha ampi spazi da tenere sotto controllo. Ha un’ampiezza totale orizzontale di ben 350 gradi, dunque √® in grado di fare quasi un giro completo. Non ruota soltanto ma pu√≤ anche “tiltare”, ovvero inclinarsi, per un’ampiezza massima verticale di 150 gradi.

Da notare lo zoom ottico da 4x. Non essendo digitale vorr√† dire che l’ingrandimento √® analogico e manterr√† la stessa chiarezza e definizione dell’immagine in posizione standard. Questo √® davvero importante per chi deve monitorare anche “a distanza”. Molti clienti che acquistano telecamere da esterno si lamentano, infatti, del fatto che non riescono ad andare lontano con lo zoom per inquadrare meglio i dettagli. Con la Admiral Pro questo non succede e non c’√® bisogno di aspettare la notifica con la registrazione inviata.

Dall’applicazione hai la possibilit√† di zoomare in diretta e renderti conto che √® come usare un obiettivo di una macchina fotografica classica.

La Admiral Pro ha anche la visione notturna fino a 30 metri.

√ą una telecamera da esterno di ottima qualit√†, con un grado di protezione IP65 che le consente di essere impermeabile, a prova di getti d’acqua e protetta dall’ingresso di sostanze solide di piccole dimensioni come la polvere. Fondamentale per il funzionamento della camera in s√© ma anche se consideri il meccanismo di rotazione.

L’installazione di questa telecamera √® molto facile. Dal pannello posteriore, quello che va avvitato alla parete per intenderci, escono 3 cavi: uno √® quello dell’alimentazione, l’altro √® per il collegamento via LAN al router, il terzo e ultimo √® un pulsantino per il reset in caso di problemi tecnici.

Ti ricordo che il collegamento via LAN al router di casa √® completamente opzionale visto che la Admiral Pro funziona anche Wi-Fi. L’ingresso LAN √® necessario solo per la prima installazione.

Devi scaricare l’applicazione BRAVOpro dal Play Store oppure dall’App Store. Una volta collegati tutti i cavi, la telecamera inizier√† a ruotare da sola per poi fermarsi ed essere pronta alla procedura di installazione. Basta aggiungerla come nuovo dispositivo all’interno dell’applicazione scansionando il codice QR presente sulla telecamera stessa. Tutto qui.

Il software da installare è completo e chiaro. Dal tuo smartphone puoi controllare tutta una serie di parametri che permettono di settare al meglio il dispositivo.

Sempre a portata di dita hai la possibilit√† non solo di visualizzare in diretta le immagini ma anche di comandarla: con un semplice tap puoi zoomare avanti o indietro. Con uno swipe invece puoi inclinare o girare a piacimento la visuale. √ą possibile anche attivare o disattivare il microfono integrato dal momento che la Admiral Pro √® dotata di un comparto audio bidirezionale. Piccola nota: il microfono pu√≤ essere usato solo in una direzione, quindi se ascolti non puoi parlare e viceversa.

Essendo un prodotto made in Italy, √® tutto in italiano, dall’app all’assistenza. Sul sito del prodotto si trova proprio la guida al prodotto che √® di una chiarezza disarmante. La sto leggendo proprio in questo momento e ritengo sia uno dei manuali d’istruzione pi√Ļ dettagliato mai visto.

La telecamera presenta uno slot per scheda micro SD di massimo 64 GB che consente di conservare le registrazioni e accedervi da cellulare o anche da computer.

Se cerchi una telecamera da esterno PTZ, italiana, facile da installare e da usare, la Bravo Admiral Pro √® senz’altro la scelta migliore.

6. HeimVision HMD2 – telecamera Wi-Fi da esterno a batteria ricaricabile

[amazon box=”B07ZSGRKJ3″]

Caratteristiche principali
Senza fili, funziona con batteria ricaricabile da 6000 mAh
Risoluzione: 1080p full HD
Grado di protezione IP65
Angolo di visione: 130¬į
Visione notturna
Comparto audio: microfono + speaker integrato
Slot per scheda micro SD (fino a 128 GB)
Predisposta all’alimentazione tramite pannello solare (non incluso, da acquistare a parte)

Se √® vero che la virt√Ļ sta nel mezzo, allora la telecamera da esterno HeimVision HMD2 si trova al posto giusto in questa classifica. Si tratta di un dispositivo molto semplice, di dimensioni relativamente contenute, che funziona a batteria ricaricabile quindi senza fili. Con una spesa aggiuntiva √® possibile acquistare il pannello solare HeimVision HMS1 compatibile per renderlo completamente indipendente.

Si trova qui anche perché apre la sezione relativa alle telecamere da esterno con un buon rapporto qualità prezzo. La HeimVision HMD2 infatti costa relativamente poco se consideriamo quello che ha da offrire.

Questa telecamera √® fatta in ABS, che √® una plastica molto resistente ormai molto utilizzata in campo industriale. Ha un buon grado di protezione IP65, quindi √® impermeabile e a prova di polvere. √ą una telecamera da esterno fissa che per√≤ pu√≤ essere montata un po’ dove si vuole grazie alle diverse opzioni di installazione. √ą possibile utilizzare il supporto magnetico per sistemarla; questo la rende facile da riportare in casa per ricaricare la batteria e riposizionarla. Oppure si pu√≤ montare la staffa meccanica in metallo, che √® invece un’ottima soluzione se si vuole utilizzare un pannello solare (che ricordo non √® incluso nella confezione) e rendere la telecamera pi√Ļ indipendente.

Il design della HeimVision HMD2 √® minimale e dunque altamente moderno e raffinato. Sulla parte frontale si trova l’obiettivo leggermente sporgente dal corpo camera, un grandangolare che permette di coprire fino a 130¬į di visione. Sotto si trovano i sensori a infrarosso che servono per la funzione di Motion Detection.

La qualit√† dell’immagine √® alta e parliamo di una risoluzione di 1080p. Essendo dotata di uno slot per scheda micro SD di capacit√† massima fino a 128 GB, si ha una buona autonomia per quanto riguarda i tempi totali di registrazione e conservazione in memoria. Ci sarebbe anche l’opzione cloud di HeimVision, come solitamente accade con questi dispositivi, ma in questo caso non c’√® una soluzione gratuita.

Vicino l’occhio della telecamera ci sono 3 luci LED a infrarosso che permettono la visione notturna, discreta, che si attiva in automatico quando non c’√® luce ambientale sufficiente.

La telecamera da esterno HeimVIsion HMD2 non registra 24 ore su 24, è triggerata dal movimento rilevato e tramite impostazioni si può decidere per quanto tempo registrare dal momento del rilevamento, fino ad un massimo di 1 minuto. Questo va assolutamente precisato.

Il funzionamento √® tramite Wi-Fi. Scaricando l’applicazione HeimLife disponibile per Android e iOS si pu√≤ collegare la telecamera al proprio dispositivo mobile, impostarla al meglio e visionare il feed in diretta. Sempre tramite app puoi ascoltare l’audio ambientale e parlare al microfono in dotazione della telecamera.

La HeimVision HMD2 √® una soluzione particolarmente simpatica per chi non ha necessit√† di un monitoraggio 24 ore su 24 e cerca un’opzione senza fili con batteria ricaricabile. In questo caso specifico ricordo ancora una volta che la telecamera pu√≤ essere alimentata dal pannello solare HeimVision HMS1 da comprare per√≤ a parte.

7. Yi Outdoor – telecamera da esterno Wi-Fi cablata, affidabile e semplice

[amazon box=”B075ZRW2RJ”]

Caratteristiche principali
Risoluzione: 1080p a 20 fps
Obiettivo grandangolare
Angolo di visione: 110¬į
Grado di protezione IP65
Visione notturna, 12 luci LED infrarosso
Comparto audio: microfono + speaker
Slot per scheda micro SD (fino a 64 GB)
Facile da installare
Compatibile con Amazon Alexa

Un’ottima soluzione cablata ed economica √® la telecamera da esterno Yi Outdoor 1080p.

Design che si avvicina molto alle classiche bullet cam, ovvero le telecamere a forma di proiettile, ha una buona resistenza ed √® un dispositivo pensato apposta per la videosorveglianza all’esterno. Ha infatti un grado di protezione IP65 che rende la macchina a prova di getti d’acqua, dunque impermeabile, e protetto dall’ingresso di polveri o particelle solide di piccole dimensioni.

La telecamera Yi Outdoor non si perde in troppi fronzoli e va dritto al necessario. Questo √® quello che capisco quando vedo che il corpo della camera √® praticamente un unico pezzo e l’unico accesso disponibile √® al tasto di reset e all’alloggio della scheda micro SD, entrambi dietro un pannellino posto nella parte inferiore.

Anche l’installazione √® molto semplice e veloce. La telecamera va fissata ad una parete tramite la base, da avvitare alla camera. Bisogna solo fare 4 buchi e fissare le 4 viti incluse nella confezione. Il cavo di alimentazione √® lungo 3 metri ed √® posto al di sotto della telecamera. Alimentatore incluso.

L’applicazione che permette il funzionamento del dispositivo si chiama Yi Home ed √® disponibile sia per Android che per iOS. Una volta accoppiata la telecamera con il tuo dispositivo mobile, puoi procedere con l’impostazione della stessa secondo le tue esigenze.

Questa telecamera permette la registrazione 24 ore su 24. Le immagini registrate si conserveranno sulla SD, da comprare separatamente. C’√® anche l’opzione del cloud di Yi, che per√≤ non √® gratis.

La qualit√† delle immagini √® tutto sommato buona. L’obiettivo √® un grandangolare che copre un angolo di visione di 110¬į. La risoluzione √® di 1080p e la telecamera consente anche la visione notturna grazie alla presenza di 12 luci LED a infrarosso.

Per quello che costa, la telecamera Yi Outdoor offre molto a livello di funzionalit√†: si possono personalizzare le notifiche che riguardano il motion detection, si possono delimitare le zone di rilevamento direttamente sull’app, si pu√≤ visualizzare in diretta ci√≤ che sta succedendo all’esterno, si possono fare foto o video che vengono salvati direttamente sul proprio dispositivo.

La Yi Outdoor è dotata di un comparto audio a due vie: può essere utilizzata non solo per ascoltare ma anche per parlare e comunicare attraverso di essa. Si può trasformare insomma in un buon videocitofono.

La consiglio per chi cerca una soluzione semplice, efficace e affidabile.

Migliori Telecamere da Esterno Economiche

8. Netvue Vigil – telecamera da esterno economica e piccola

[amazon box=”B07CNFGV61″]

Caratteristiche principali
Risoluzione 1080p
Angolo di visione di 110¬į
Visione notturna
Grado di protezione IP65
Audio bidirezionale
Slot per scheda micro SD (fino a 128 GB)
Compatibile con Amazon Alexa

La telecamera da esterno Netvue Vigil è tutto quello che ti serve contenuto in soli 10 centimetri. Tanto è grande il comparto camera, che con il supporto per il montaggio già assemblato arriva a 20 centimetri. Si tratta di una scelta di semplicità che si coniuga fantasticamente con il prezzo di vendita.

Il design minimale ricorda molto una bullet cam. Sulla parte frontale c’√® l’obiettivo, l’occhio della cam, con una risoluzione di 1080p full HD e un buon angolo di visione di 110¬į.

Grazie alla presenza di 3 luci LED a infrarosso la telecamera Netvue Vigil pu√≤ funzionare bene per la videosorveglianza totale, a qualunque ora. La modalit√† notturna si attiva in automatico perch√© proprio sotto l’obiettivo c’√® un sensore di luminosit√†, simile a quello degli smartphone o dei tablet, che rileva appunto la luce ambientale e fa passare la telecamera alla modalit√† a infrarosso.

Il dispositivo è impermeabile con un grado di protezione IP65.

√ą molto facile da installare. Arriva gi√† preassemblata, se cos√¨ si pu√≤ dire, nel senso che va soltanto fissata al punto predestinato per il montaggio. Il corpo camera pu√≤ essere ruotata in verticale svitando una piccola vite che si trova sulla staffa gi√† inclusa, in modo da darle la giusta inclinazione una volta sistemata.

I cavi escono dalla parte posteriore della base sul muro. Sono 3: uno √® quello del reset e termina con un pulsantino; un altro √® quello della connessione LAN al router; l’ultimo √® per l’alimentazione e l’alimentatore √® incluso nella confezione.

Nella parte inferiore c’√® un piccolo pannello con all’interno lo slot per scheda micro SD.

Per il corretto funzionamento della telecamera bisogna scaricare l’applicazione Netvue disponibile per Android e iOS. Fatta molto bene, ti guida passo passo all’installazione grazie anche a dei video dimostrativi.

La Netvue Vigil funziona sia in modalit√† Wi-Fi sia con il cavo di rete. C’√® anche l’antenna nella confezione che va ad avvitarsi sul retro e poi orientata verso l’alto, proprio come quella di un classico router.

Tramite l’applicazione √® possibile visualizzare in qualunque momento il feed della telecamera dal proprio dispositivo associato. Si possono personalizzare le notifiche ricevute e si pu√≤ anche selezionare l’area desiderata di rilevazione del movimento, che pu√≤ essere magari una particolare zona dell’esterno della tua casa.

Ha anche un buon comparto audio; c’√® un microfono che cattura i suoni ambientali e puoi ascoltarli direttamente sul tuo smartphone, poi puoi anche parlare attraverso la telecamera grazie allo speaker integrato.

Netvue Vigil costituisce una scelta economica e di buona qualità, ed un ottimo dispositivo per la videosorveglianza completa senza troppe pretese.

9. Victure PC730 – la migliore telecamera da esterno economica

[amazon box=”B07T95YQCD”]

Caratteristiche principali
Risoluzione 1080p a 25 fps
Obiettivo grandangolare da 110¬į
Visione notturna, 36 LED infrarosso
Grado di protezione IP66
Slot per scheda micro SD (fino a 64 GB)
Comparto audio a due vie
App disponibile per Android e iOS

Se volessimo parlare di puro rapporto qualità prezzo, allora la Victure PC730 sarebbe al primo posto senza ombra di dubbio.

Appena aperta la pagina del prodotto su Amazon balza subito all’occhio la quantit√† impressionante di recensioni che ha, il che la dice lunga sul fatto che nonostante il prezzo questa telecamera da esterno fa davvero bene il suo lavoro.

Design da bullet cam abbastanza classico, devo essere sincero ma mi aspettavo fosse fatto in plastica. Vado a controllare e invece no, le coperture sono interamente di metallo, cosa che rende la Victure PC730 senz’altro pi√Ļ professionale.

L’installazione √® molto semplice, grazie al fatto che non c’√® nulla da assemblare: il braccio meccanico √® gi√† fissato al corpo camera, l’unica cosa da fare √® procurarsi un utensile per fare 4 buchi sulla parete dove si andr√† a sistemare la telecamera. Sul retro si trovano i 3 cavi necessari per il funzionamento: uno per il reset con un pulsantino, uno per l’alimentazione e uno per la connessione via cavo al router.

La Victure PC730 pu√≤ funzionare anche in modalit√† Wi-Fi. L’applicazione che permette l’accesso alle varie funzionalit√† si chiama IPC360 ed √® disponibile per Android e iOS.

Vediamo cosa offre questa telecamera economica. Sensore ottico da 2 MP, con risoluzione da 1080p a 25 fps che restituisce un’immagine sul dispositivo associato abbastanza chiara e definita. Funziona anche molto bene in modalit√† notturna grazie a ben 36 luci LED a infrarosso.

Dotata di funzione di motion detection che pu√≤ essere configurata come meglio si preferisce tramite l’app. Dal telefono puoi sempre visualizzare in diretta ci√≤ che accade all’esterno della tua casa, puoi scattare foto o registrare video.

Per la memorizzazione locale si pu√≤ usare una scheda micro SD da acquistare a parte e inseribile nello slot posto dietro un piccolo pannello nella parte inferiore del corpo camera. Ci sarebbe l’opzione cloud di Victure, gratis per il primo mese ma poi a pagamento.

C’√® anche un microfono e uno speaker integrato per poter parlare attraverso la telecamera.

Io personalmente penso che se sei uno di quelli che sono davvero indecisi e hanno paura di rischiare, la telecamera da esterno Victure PC730 è proprio quello che fa per te, poiché è innanzitutto affidabile, è economica ma di ottima fattura, e poi perché ha tutte le funzionalità di base che un dispositivo del genere deve avere.

Fantastico rapporto qualit√† prezzo, consigliata per chi vuole entrare con “cautela economica” nel mondo della videosorveglianza fai da te!

10. BTicino 391438 Рnon è indipendente ma compatibile solo con kit videocitofoni di BTicino

[amazon box=”B017ULBLHC”]

Caratteristiche principali
Compatibile solo con kit videocitofono BTicino
Grado di protezione IP66
Visione notturna con led infrarossi fino a 15 metri
Angolo di visione: 80¬į
Accesso Internet solo con videoregistratore (non incluso)

La telecamera da esterno BTicino √® un dispositivo compatibile solo con il kit per la videosorveglianza della BTicino. L’ho inserita perch√© molti clienti miei hanno un videocitofono BTicino e non sanno che con una piccola spesa possono integrare la telecamera da esterno della stessa azienda e ampliare il kit.

La telecamera si pu√≤ collegare direttamente al pannello posteriore del citofono oppure al videoregistratore che non sono inclusi in questa confezione. √ą alimentata tramite cavo da inserire nella presa della corrente.

Una volta installata, costituisce una valida aggiunta in quanto permette un secondo punto di vista: tramite lo schermo interno, quello che si installa in casa, si può scegliere se visualizzare tramite videocitofono o tramite telecamera.

Domande Frequenti

Differenze tra telecamera da esterno e telecamera da interno

La telecamera da esterno √® un dispositivo che deve resistere alle pi√Ļ avverse condizioni atmosferiche e all’esposizione continua ai raggi del sole. √ą fatta apposta per l’uso esterno!

Forse sei uno di quelli che ha pensato di comprare una telecamera da interno e utilizzarla per esterno. Molti mi chiedono, infatti, se possono convertire la loro telecamera da interno in una da esterno. La mia risposta è puntualmente NO.

Quelle da interno sono fatte per essere appoggiate su una mensola o su un mobile ed essendo sempre a vista vengono quotidianamente pulite.

Quelle da esterno devono avere un certo grado di resistenza, dato dal codice IP (da non confondere con l’Internet Protocol), parametro internazionale che indica quanto un dispositivo elettronico √® a prova di particelle solide (polveri) e liquide (acqua).

Differenza tra telecamera IP e telecamera analogica

Una telecamera analogica invia un segnale analogico direttamente ad un televisore. Una telecamera IP digitale invia un flusso di dati direttamente sulla rete.

Le differenze sembrano poche ma sono invece sostanziali.

  • Una telecamera analogica non ha tutti i vantaggi di una digitale. Costa di meno, ma non ha un sensore di movimento, non pu√≤ riconoscere i volti o le sagome degli oggetti e non filtra in alcun modo le immagini. Bench√© tutto pu√≤ essere registrato su dispositivi locali, per il monitoraggio si ha sempre bisogno di una persona fisica davanti allo schermo. Inoltre un segnale analogico √® soggetto alla degradazione all’aumentare della distanza, per cui pi√Ļ √® lungo il cavo di trasmissione dei dati analogici e pi√Ļ il video pu√≤ essere soggetto alla distorsione.
  • Una telecamera IP digitale funziona tramite protocolli di rete, e consente l’accesso al materiale video da qualunque luogo. Inoltre il materiale √® lo stesso indipendentemente dalla distanza a cui ci si trova, essendo un puro flusso di dati digitali. Sono dispositivi intelligenti, se vogliamo, capaci di riconoscere volti umani, sagome di animali, automobili e in grado di inviare immagini fisse o registrazioni video al dispositivo di riferimento al minimo movimento, essendo dotate di sensori. Unico neo: costano di pi√Ļ delle analogiche ma ci√≤ √® giustificato dalla grande quantit√† di funzionalit√† in pi√Ļ.

Come montare una telecamera da esterno

Dipende se hai una casa grande o una casa piccola. E dipende anche da quanto √® ampia l’area da videosorvegliare.

Io di solito cerco di recarmi di persona dal cliente che vuole il mio aiuto per l’installazione, in modo da vedere insieme l’esterno, magari con in mano una planimetria dell’ambiente. Cos√¨ facendo ci si rende molto bene conto di come ci si deve organizzare.

Una volta individuati i punti strategici, bisogna fissare la telecamera ad un’altezza che pu√≤ variare tra i 3 e i 4 metri.

L’altezza √® importante per due motivi:

  • se troppo in alto si rischia di dover perdere visuale perch√© bisogna inclinarla di molto;
  • se troppo in basso la telecamera √® a portata di mano e pu√≤ essere facilmente presa di mira da malintenzionati.

Altro particolare di cui prendersi cura è che non ci sia una forte fonte luminosa proprio di fronte alla telecamera, poiché rovinerebbe le riprese.

Tutte le telecamere da esterno recensite da me qui sono molto facili da montare da soli. Sono pensate proprio per quello in realtà, considerato che arrivano con staffe di metallo, base di fissaggio, viti, piccolo giravite, e i cavi sono già collegati alla camera.

L’unica cosa che ti serve √® un trapano per fare i buchi sulla parete dove devi installarla. Anche qui le aziende corrono in tuo aiuto, perch√© includono spesso nel packaging uno schema adesivo da attaccare al muro con il disegno indicante dove fare il buco. Pi√Ļ facile di cos√¨ non c’√® nient’altro!

Come alimentare la telecamera da esterno

L’alimentazione della telecamera da esterno dipende dalla tipologia del dispositivo. Ti mostro i diversi casi di seguito:

  • Telecamera da esterno cablata: questa tipologia di telecamera arriva solitamente con i cavi gi√† collegati all’interno del corpo camera. Quello che bisogna fare √® collegare l’altro capo del cavo destinato all’alimentazione elettrica alla presa di corrente e dunque fare attenzione che ci arrivi. I dispositivi di questo tipo sono pensati in modo o da avere cavi abbastanza lunghi oppure da permettere l’utilizzo di una prolunga. La telecamera alimentata in questo modo √® sempre accesa e pu√≤ funzionare anche 24 ore su 24.
  • Telecamera da esterno PoE: sono telecamere che vengono alimentate direttamente dal cavo LAN di rete.
  • Telecamera da esterno senza fili a batteria ricaricabile: queste telecamere sono pi√Ļ indipendenti perch√© funzionano con una batteria al litio, ricaricabile con un caricatore fornito oppure, per alcuni modelli, si pu√≤ usare un comunissimo caricatore per cellulari seguendo con cura per√≤ le indicazioni sempre fornite dal produttore. Una telecamera di questo tipo non √® sempre accesa ma rimane in stand-by mantenendo in funzione solo il rilevatore di movimento: appena scatta il motion detection, la camera si “accende”, riprende per un periodo di tempo configurabile da applicazione proprietaria e poi torna nella sua modalit√† di riposo. Sia chiaro che possono essere sempre utilizzate in remoto con il dispositivo mobile associato con la possibilit√† di visualizzare in diretta ci√≤ che succede all’esterno. La durata della batteria dipende dall’utilizzo.
  • Telecamera da esterno con pannello solare: queste sono soluzioni davvero ecologiche che sfruttano l’energia solare. Queste telecamere sono abbastanza indipendenti e rimangono ON grazie ad un pannello solare da sistemare in un punto in cui √® sempre a diretto contatto con i raggi solari. Da precisare che a seconda dei modelli il pannello √® incluso oppure deve essere acquistato separatamente.

Come collegare la telecamera da esterno

Il collegamento della telecamera da esterno dipende dalla tipologia della stessa. Ti mostro i diversi tipi:

  • Telecamera da esterno Wi-Fi: dotate di antenna, si collegano senza fili al router di casa per essere online.
  • Telecamera da esterno con SIM: dotate di uno slot per la sim card, sfruttano la connessione dati mobile 3g oppure 4g per andare online. Bisogna acquistare una sim qualunque e scegliere il piano tariffario giusto. Non hanno bisogno di nessun router.
  • Telecamera da esterno con cavo di rete: si collegano a internet tramite il cavo LAN che si inserisce direttamente nel router di casa. Alcuni modelli hanno bisogno del collegamento LAN solo per l’installazione per poi funzionare Wi-Fi. Altri modelli possono essere utilizzati sia con il filo che Wi-Fi. Chiaro che il cavo di rete consente una connessione pi√Ļ stabile.

Come nascondere la telecamera da esterno

Ci sono tanti modi diversi e non esiste una regola fissa per nascondere la telecamera da esterno. Ci sono solo dei buoni consigli e la fantasia del cliente di turno.

C’√® chi la installa nel giardino di casa nascosta in una uccelliera di legno. Chi la mette tra le fronde di un albero nel retro della casa. Altri ancora acquistano quei nani da giardino e fanno in modo che l’obiettivo combaci con l’occhio del nano.

Di solito sono i clienti che propongono soluzioni stravaganti e in generale non hanno mai torto.

Ti segnalo questa pagina di wikihow, dove sono elencati proprio tutti i vari espedienti noti per nascondere una telecamera.

Alcuni però non la nascondono affatto, pensando anzi che tenerla in bella vista sia un deterrente per i ladri.

Come ti devo poc’anzi, quindi, non esiste una norma da seguire ed √® un po’ a tua discrezione scegliere come nasconderla.

Cosa fare se la telecamera da esterno non funziona?

Ti direi di contattare immediatamente il centro assistenza del produttore. Che sia via telefono o tramite forum online, sono sempre loro che possono aiutarti a risolvere qualunque problema relativo al loro prodotto.

Per alcuni prodotti trovi il link che porta direttamente alla pagina dell’assistenza sul sito ufficiale del produttore.

Alcune telecamere da esterno hanno un pulsantino di reset che serve proprio quando l’IP cam ha problemi: si torna alle impostazioni di fabbrica e solitamente torna anche a funzionare.

Il problema pi√Ļ frequente con cui ho a che fare √® il collegamento a Internet e il ritardo tra registrazione e visualizzazione sul dispositivo associato. Qui purtroppo i produttori non possono fare molto. Come ti ho gi√† spiegato all’inizio dell’articolo, dipende dalla tua connessione e per questo ti conviene controllare che tu abbia una buona velocit√† in upload prima dell’acquisto.

Altri interessanti articoli su Giustissimo:

Giustissimo ūüĎĆ